Percorsi partecipativi e Comunità Alto Garda

13.08.2018 23:16

Percorsi partecipativi e Comunità Alto Garda

 

Gli “Amici della Terra dell’Alto Garda e Ledro” comunicano di concordare con il documento emesso da WWF, Italia Nostra, Comitato Olivaia e Comitato Sviluppo Sostenibile, circa il percorso partecipativo al Piano stralcio della Mobilità in fase di elaborazione da parte della Comunità Alto Garda e Ledro, confermando anche che non sarà presente con propri rappresentanti per protestare per le modalità organizzative dello stesso.

Gli “Amici della Terra dell’Alto Garda e Ledro” non sono pregiudizialmente critici verso ogni percorso partecipativo nella nostra zona, tanto da avere recentemente premiato, come finalista del Premio “Amico della Terra”, l’ente organizzatore (il BIM del Sarca) del percorso partecipativo per il sito UNESCO in val di Ledro, auspicando che tale esempio virtuoso venisse seguito da altri. Spiace osservare che tale invito, almeno per la Comunità dell’Alto Garda, è caduto finora nel vuoto, visto che l’impressione, al di là della correttezza formale dell’iter, che sarà verificata dal Difensore Civico e dagli uffici preposti della PAT, è quella, per il periodo scelto, per la sede e per il breve tempo previsto, di volersi liberare di un impiccio burocratico, più di una reale volontà di coinvolgimento dei cittadini al Piano.

 

Amici della Terra dell’Alto Garda e Ledro

Il Presidente

Paolo Barbagli

 

Riva, 1.8.2018